Archivi categoria: Abbigliamento

Tipologie di reggiseni in commercio

Il reggiseno rappresenta uno dei capi intimi più usati dalle donne delle più svariate corporature, che ha la funzione specifica di supportare il seno, senza privare del comfort e della libertà di movimento.
Oggi in commercio esiste una gamma molto ampia di modelli di reggiseno, capaci di andare incontro alle esigenze peculiari di ogni singola donna.
Scegliere il giusto modello, ma soprattutto la taglia corretta, può fare la differenza tra vivere la quotidianità all’insegna della scomodità oppure avere la sicurezza di un buon supporto che garantisca la libertà nei movimenti.
Ecco dunque una guida approfondita sulle tipologie di reggiseni reperibili in commercio.

Reggiseno senza ferretto

È un modello di capo intimo che non dispone del ferretto curvo, applicato alla base della coppa, deputato al rinforzo della struttura di supporto del reggiseno. Pertanto, garantisce un alto grado di comodità, ma non necessariamente un forte sostegno.

Reggiseno sportivo

Il reggiseno sportivo rappresenta un modello tecnico di abbigliamento intimo, studiato per sostenere il seno, piccolo o abbondante che sia, durante sessioni di allenamento di varia intensità.
In commercio esistono reggiseni sportivi creati per attività fisica a basso, medio o alto impatto: a variare è la struttura delle spalline, progressivamente più larga e solida, e la conformazione della coppa in prossimità del seno.
I reggiseni di questo tipo sono spesso senza cuciture, per renderne l’uso il più confortevole possibile.

Reggiseno a fascia

È un reggiseno dotato della sola fascia che avvolge il seno, ed è pertanto privo di bretelle.
Ciò lo rende adatto ad essere indossato sotto abiti privi di spalline.
Il risultato è esteticamente piacevole, tuttavia il supporto conferito è scarso, per cui non è consigliato a donne dal seno prosperoso.

Reggiseno a triangolo

Il reggiseno a triangolo è noto per essere uno tra i più accattivanti modelli da indossare.
Esso ha la capacità di esaltare piacevolmente le forme femminili, senza avere una struttura solida, ma piuttosto impalpabile e leggera.
È perfetto per una serata piccante, ma assolutamente non adatto, nel caso in cui sia necessario un supporto di tipo forte.

Reggiseno con ferretto

Si tratta del classico reggiseno rafforzato da un ferretto, posto nella fodera sottostante la base del seno, il quale ha la prerogativa di conferire al capo intimo una grande capacità di sostegno.
Può essere reperito nella versione più imbottita oppure in normale stoffa.
È un reggiseno molto versatile e comodo, a patto che la taglia scelta e l’ampiezza della coppa siano azzeccate a pieno.

Reggiseno push-up

È il reggiseno più adatto alle donne che abbiano come scopo quello di esaltare al massimo le caratteristiche del proprio décolleté, sfruttando la capacità di questo indumento di sollevare il seno, grazie ad un sistema di spesse imbottiture.
Si può così ottenere qualche taglia in più rispetto alla propria, senza ricorrere alla chirurgia estetica.

Reggiseno a balconcino

Considerato uno tra i modelli più sexy e femminili, questo reggiseno ha la peculiarità di avere una forma arrotondata in grado di esaltare esteticamente l’aspetto della scollatura.
Risulta perfetto sotto abiti provocanti e dona un supporto ottimale al petto.

Reggiseno bustier

Lo stile del reggiseno bustier è in tutto e per tutto simile a quello dei corsetti: oltre alle coppe preformate, è dotato di una fascia che avvolge il torace esaltando il punto vita.
Molto sexy, dunque, ma piuttosto costrittivo per le donne un po’ più corpulente.

Reggiseno a mezza coppa

Il reggiseno a mezza coppa è strutturato in modo da supportare la metà inferiore del seno. Ne risulta un forte effetto lifting, da sfruttare nel caso in cui si indossi abbigliamento più provocante.

Reggiseno in silicone

Privo di fascia toracica o bretelle, si tratta di un sistema di sole coppe in silicone, in grado di poggiare sul seno in modo adesivo.
È un reggiseno adatto alle occasioni speciali in cui il vestito presenti una accentuata scollatura sulla schiena.
Tuttavia, se ne consiglia un uso sporadico, poiché non è esattamente un modello comodo da indossare.

Dove comprare reggiseni?

Scegliere il reggiseno giusto richiede molto tempo e attenzione da parte di chi lo cerca. Quando ci si reca in un negozio di intimo su strada, spesso ci sono tantissime variabili che fanno si che comprando un reggiseno, una volta uscite dal negozio si abbia sempre la sensazione di non aver comprato il reggiseno giusto.  In questo caso il web viene incontro a questo tipo di esigenza, in quanto navigando tra i migliori siti che vendono reggiseni di ogni marca, è possibile sceglierli in tutta calma, osservandoli ad uno ad uno.

I migliori ecommerce per acquistare un reggiseno sono:

  1. https://www.baronionline.it/donna/intimo/reggiseni.html
  2. https://www.liabel.eu/it/44-reggiseni
  3. https://www.zalando.it/reggiseni/
  4. https://it.intimissimi.com/category/donna/reggiseni/pc/4803/4873.uts
  5. https://www.yamamay.com/it_it/donna/reggiseni/
  6. http://it.triumph.com/reggiseni

Biancheria intima per donne e uomini

Il termine “biancheria intima” indica tutti quei capi d’abbigliamento che si indossano sotto i vestiti. Si pensa che la “biancheria intima” sia nata nell’antico Egitto, nel momento in cui le nobil donne iniziarono ad abbigliarsi con delle tuniche aderenti al corpo per coprire le parti intime per l’appunto, come se indossassero una sottoveste.

Ovviamente tra donne e uomini ci sono differenti capi.

L’intimo femminile lo possiamo dividere in tre categorie, parte superiore, parte inferiore e tutto il corpo;
Per la prima categoria abbiamo:

Reggiseno (con o senza ferretti, a balconcino, push-up, fascia ect…) ha il compito di coprire e sostenere il seno, è costituito da due coppe cucite tra loro attraverso un pezzetto di stoffa, e sostenute da spalline regolabili. Hanno varie misure che si calcolano in base alla circonferenza del torace e quella del seno, mentre le dimensioni delle coppe si riferiscono al volume del seno che devono contenere.

-Bustier o bustino, è un corpetto completo di coppe e sostenuto da stecche laterali che copre fino all’ombelico con la funzione di tener dritto il busto sostenendo il seno.

Per la parte inferiore c’è il classico slip (che ovviamente possiamo trovare di dimensioni e tessuti vari a secondo delle necessità, come quello per donne incinte, quello igienico, contenitivo ect…) oppure:
-Brasiliana, uno slip sgambato unito sui fianchi da un elastico sottile che sia nella parte anteriore che in quella posteriore si unisce formando un triangolo delle stesse dimensioni.
-Perizoma, uguale al precedente tranne che per la parte del sedere che rimane quasi del tutto scoperta.
-Tanga, anch’esso simile alla brasiliana ma con una sottile striscia di tessuto posteriormente.
-Culotte, simili a pantaloncini in quanto coprono i fianchi arrivando fin sotto i glutei.
Per tutto il corpo ci sono:

-Body, indumento che copre completamente il busto restando aderente al corpo, dalla parte superiore come un reggiseno scendendo come una canottiera per terminare come uno slip.
-Sottoveste o sottana, come dice lo stesso nome viene indossato sotto un vestito o ad una gonna.
-Guaina, un indumento contenitivo ed elasticizzato che serve per contenere il corpo e le forme di chi lo indossa in quanto copre dal seno, ai fianchi fino ad arrivare al sedere rendendo la figura snella. Di questo stesso capo ci sono modelli differenti come quella a mutandina, a cavallo aperto e quella stringivita.

-Guepierre, è un bustino allungato che comprende un reggicalze.

-Baby-doll, una specie di camicetta corta coordinata ad uno slip, nato come indumento da sostituire al pigiama, oggi considerato molto sexy e provocante in quanto lascia scoperte molte parti del corpo femminile.

Potrebbero essere considerate biancheria intima anche le Giarrettiere, una striscia di stoffa usata per sostenere le calze posta su una coscia sola, hanno praticamente la stessa funzione dei Reggicalze, che però è più simile ad una cintura in quanto si indossa in vita, e ha delle bretelline regolabili che scendono sulle cosce con dei gancetti sulle stremità al fine di tenere le calze. Potrebbero far parte di questa categoria anche

-calze,

-collant,

-gambaletti.

Per gli uomini la scelta è molto più ristretta, per la partire superiore la scelta va da magliette a canottiere, per la parte inferiore invece ci sono:

-i classici Slip.

-Boxer, simili a pantaloncini da pugili (dal quale prendono il nome inglese).
-Perizoma, come quello femminile.

 

 

Articolo informativo offerto gratuitamente da:

 

http://www.baronionline.it/

Via Mazzini, 83

25020 – Alfianello, Brescia

Tel 030 9305951

P.IVA 00710520982

 

Camicie da uomo conto terzi

Per chi ha come sogno nel cassetto quello di creare una linea di abbigliamento, per ottenere il giusto successo dovrà innanzitutto imparare a gestire il budget a disposizione, saper vendere il prodotto che si va a proporre, e riuscire a soddisfare tutte le esigenze del cliente.
Un capo che non passa mai di moda e usato in tutte le occasioni, dai contesti sportivi a quelli eleganti, adatto a tutte le generazioni, è sicuramente LA CAMICIA, ed in particolare la “camicia da uomo”.
Ci occuperemo qui di seguito, della strada da intraprendere per realizzare un proprio brand che riguarda questo capo d’abbigliamento, che possiamo definire senza alcun dubbio intramontabile.

Come creare una camicia da uomo con il proprio brand

Il primo punto da cui iniziare è sicuramente stilare un “business plan” che metta in chiaro il metodo che si intende usare per gestire la propria linea. Di seguito si cercherà di riassumere i piani per il futuro e un modo convincente per catturare potenziali investitori e poter finalmente creare la propria camicia maschile da commercializzare.
Molto importante è specificare come sarà la linea di camicie, qual è la caratteristica che permette di differenziare questa linea da quella delle aziende concorrenti, e soprattutto il mercato in cui ci si vuole inserire.

La priorità massima dev’essere sempre data ai progetti finanziari della propria casa di moda, in quanto linfa vitale dell’azienda stessa, soprattutto in una fase iniziale. Bisogna stabilire di quanto denaro si ha bisogno, e decidere se mettere mano ai propri risparmi o richiedere un prestito bancario, tenendo conto che i costi da affrontare non sono pochi, in quanto bisogna anticipare i soldi per la mano d’opera, la pubblicità, e tutte le spese che comunque un’attività comporta.
Quando si decide di creare un proprio brand, bisogna tener conto tra le altre cose, dell’aspetto legale, e cioè stabilire che tipo di società si vuole creare ( S.p.a., S.r.l. o cooperativa), e assumere un commercialista o un avvocato a cui affidarsi. Bisogna essere in possesso di partita IVA e licenza in modo da poter emettere o accettare i vari pagamenti.

Se si è invece, già proprietari di un negozio d’abbigliamento che vende capi di diversa provenienza, un’idea da prendere in considerazione potrebbe essere quella di creare un distaccamento nel negozio stesso, uno spazio dedicato solo ed esclusivamente al proprio brand di camicie da uomo che abbiano il proprio marchio. Un’idea migliore sarebbe affittare un locale separato, in modo che si crei a tutti gli effetti un’identità completa del proprio brand di camicie, infatti, venderle ai clienti in modo separato farà sì che vengano considerati dallo stesso capi più esclusivi.

Un brand di tutto rispetto deve trovare un’identità propria, dando vita a un proprio logo, che poi in seguito sarà riportato su biglietti da visita e tabelle. Una mossa molto astuta da parte del proprietario del negozio, è sicuramente quella di vendere un accessorio in coordinato, anche appartenente ad un altro marchio, come una giacca o una cravatta, e proporre un’offerta che comprenda la vendita di entrambi ad un prezzo conveniente.
Vestire i propri manichini in vetrina, con le camicie da uomo riportanti il proprio logo, farà sì, che anche la clientela che ancora non conosce il nuovo brand, scopra la nuova linea.

Molto spesso, l’idea di realizzare un proprio brand, può risultare la scelta più indicata per superare una crisi economica aziendale.

Intimo donna: completini e come scegliere reggiseni

INTIMO DONNA: COMPLETI

Nell’intimo donna spesso il prodotto più usato e venduto è quello del completo, composto da reggiseno e mutandine. Si possono trovare composti da due o più pezzi, per esempio comuni sono i set che comprendono mutandina tanga o perizoma e reggiseno. Acqustarli è ancora più semplice grazie all’aumentare degli shop online anche dedicati al mondo dell’intimo donna. I grandi marchi infatti hanno sempre più spesso shop online e scegliere quello che fa per voi è ancora più semplice grazie anche a tabelle per scegliere la misura più adatta.

INTIMO DONNA: COME SCEGLIERE IL REGGISENO

La parte più difficile per quanto riguarda l’intimo donna è scegliere il reggiseno. Non si tratta solo di individuare la taglia giusta ma anche la coppa fa la differenza. Le misure vanno da una prima a una decima e sceglierla dovrebbe essere piuttosto semplice, il difficile è la scelta della coppa che è solitamente quella lettera che si trova accanto alla misura. Il reggiseno nell’intimo donna è proprio quell’indumento che deve essere comodo e per questo anche la forma non deve essere sottovalutata, ci sono quelli con ferretto, a balconcino, il top sportivo, il triangolo, la fascia e i mezza coppa. Ognuno di questi va scelto anche in base all’abbigliamento con cui intendiamo indossarlo, per esempio come intimo donna non metteremo mai un top sportivo sotto una maglia scollata. La scelta non è assolutamente semplice ma la regola d’oro è che il reggiseno una volta indossato deve essere comodo, non deve stringere ma nemmeno essere troppo largo.

INTIMO DONNA: COSA SAPERE

Il reggiseno come ogni capo di intimo donna può avere materiali diversi, quindi se avete particolari allergie ai materiali leggete sempre l’etichetta. Inoltre tenete a mente piccoli accorgimenti quando scegliete questo capo di intimo donna, le  fasce sono perfette per seni piccoli, generalmente prima e seconda, cosi come i push up sono indicati per metterli in risalto, se invece il vostro seno è abbondante sul mercato trovate il reggiseno minimizer, dalla quarta in su avvolge e sostiene il seno senza comprimerlo e quindi risultando molto comodo.