Archivi categoria: Sessualità

bambole gonfiabili realistiche

Bambole gonfiabili realistiche al posto di prostitute

La prima casa delle bambole gonfiabili è arrivata a Torino e questo grazie a LumiDolls, che oltre a produrre questo genere di articolo ha voluto fare in modo che i desideri sessuali dei clienti possano essere ampiamente soddisfatti.

Il primo bordello senza prostitute in Italia

Francia, Spagna e Russia sono state tra le prime nazioni, rispettivamente con Parigi, Barcellona e Mosca, a offrire al pubblico i bordelli dove le prostitute sono completamente assenti e al loro posto sono presenti le bambole gonfiabili.
Anche in Italia non poteva mancare una struttura del genere e la città scelta è stata Torino anche se, almeno per ora, la zona precisa dove si potrà avere un rapporto sessuale con queste bambole gonfiabili realistiche è rimasto segreto.
Non di certo quanto la notizia, che ha suscitato un clamore talmente intenso che il locale ha ricevuto prenotazioni fino al mese di gennaio del 2019: per circa un quarto del 2018 la prima casa chiusa dove è possibile fare sesso con le real dolls non potrà essere sfruttato da altri clienti, viste appunto le prenotazioni continue ricevute dalla stessa.

bambola gonfiabile realistica donna bianca

Addio prostitute, benvenute real dolls

Ma come mai le tanto amate prostitute sono state messe in ombra dalle bambole gonfiabili di LumiDolls?
In primo luogo proprio poiché non si tratta di semplici bambole gonfiabili ma di vere e proprie riproduzioni fedeli di persone in carne e ossa.
La pelle, realizzata con diverse sostanze come elastomero termoplastico e silicone, rendono la pelle realistica e liscia, molto più di quella di un essere umano.
Gli organi sessuali sono stati riprodotti in maniera fedele e anche i capelli, così come la pelle delle mani, capezzoli e altri lineamenti tipici femminili, vengono studiati in modo tale che queste riproduzioni diano la sensazione di stare assieme a una persona in carne e ossa.
Una sola mancanza in queste particolari bambole, ovvero il dono della parola, che sicuramente renderà felici molti uomini pronti a divertirsi con una compagna disposta a tutto pur di far godere al massimo il proprio uomo.

Come funziona questo tipo di attività

La casa chiusa con le real dolls di LumiDolls funziona in modo molto semplice e il tutto parte con una semplice prenotazione che deve essere inoltrata online.
Durante la compilazione della richiesta è possibile inserire sia il lasso di tempo che si intende spendere in compagnia della bambola, sia la posizione che questa deve assumere all’arrivo del cliente.

Una volta prenotata la camera, tra cui spicca una suite, il cliente potrà sfruttare il comodo letto matrimoniale e il televisore, nel quale verranno proiettati video hard per aumentare l’eccitazione provata durante il rapporto.

Poche regole da rispettate tra cui spicca la rimozione di oggetti aguzzi che possono danneggiare la bambola e atti estremi, come tirare le braccia o cercare di rovinare l’articolo, che come conseguenza hanno il risarcimento dei danni e soprattutto l’impossibilità di quel cliente di prenotare nuovamente la stanza presso la casa chiusa.

Altri dettagli sulla prima casa chiusa con real dolls in Italia

A poter prenotare una camera per trascorrere un lasso di tempo sessualmente piacevole possono essere sia gli uomini che le donne, omosessuali ed etero, che hanno un’età compresa tra i diciotto e gli ottant’anni, soglia massima consentita da parte dei proprietari della stessa casa chiusa.

La scelta della bambola potrà ricadere su sette modelli femminili, differenti tra di loro per dimensioni e caratteristiche estetiche come colore di occhi e capelli, origini etniche e dimensioni delle forme femminili, e una bambola di sesso maschile di nome Alessandro, che potrà essere sfruttato sia dagli uomini che dalle donne.

Il costo della camera varia a seconda del tempo della prenotazione, ovvero per trenta minuti si pagheranno ottanta euro, per un’ora cento mentre per due ore cento ottanta euro.

Anche le coppie possono decidere di prenotare una stanza presso la nuova casa chiusa di Torino, cosa che permette di simulare un rapporto a tre senza che uno dei due partner possa essere geloso.