Intimo donna: completini e come scegliere reggiseni

INTIMO DONNA: COMPLETI

Nell’intimo donna spesso il prodotto più usato e venduto è quello del completo, composto da reggiseno e mutandine. Si possono trovare composti da due o più pezzi, per esempio comuni sono i set che comprendono mutandina tanga o perizoma e reggiseno. Acqustarli è ancora più semplice grazie all’aumentare degli shop online anche dedicati al mondo dell’intimo donna. I grandi marchi infatti hanno sempre più spesso shop online e scegliere quello che fa per voi è ancora più semplice grazie anche a tabelle per scegliere la misura più adatta.

INTIMO DONNA: COME SCEGLIERE IL REGGISENO

La parte più difficile per quanto riguarda l’intimo donna è scegliere il reggiseno. Non si tratta solo di individuare la taglia giusta ma anche la coppa fa la differenza. Le misure vanno da una prima a una decima e sceglierla dovrebbe essere piuttosto semplice, il difficile è la scelta della coppa che è solitamente quella lettera che si trova accanto alla misura. Il reggiseno nell’intimo donna è proprio quell’indumento che deve essere comodo e per questo anche la forma non deve essere sottovalutata, ci sono quelli con ferretto, a balconcino, il top sportivo, il triangolo, la fascia e i mezza coppa. Ognuno di questi va scelto anche in base all’abbigliamento con cui intendiamo indossarlo, per esempio come intimo donna non metteremo mai un top sportivo sotto una maglia scollata. La scelta non è assolutamente semplice ma la regola d’oro è che il reggiseno una volta indossato deve essere comodo, non deve stringere ma nemmeno essere troppo largo.

INTIMO DONNA: COSA SAPERE

Il reggiseno come ogni capo di intimo donna può avere materiali diversi, quindi se avete particolari allergie ai materiali leggete sempre l’etichetta. Inoltre tenete a mente piccoli accorgimenti quando scegliete questo capo di intimo donna, le  fasce sono perfette per seni piccoli, generalmente prima e seconda, cosi come i push up sono indicati per metterli in risalto, se invece il vostro seno è abbondante sul mercato trovate il reggiseno minimizer, dalla quarta in su avvolge e sostiene il seno senza comprimerlo e quindi risultando molto comodo.

AUSILI BAGNO VASCA E WC: A COSA SERVONO

 

Gli ausili bagno vasca e wc sono quei supporti che rendono accessibile in sicurezza a anziani e disabili il bagno. Inoltre gli ausili bagno vasca e wc rendono fruibile in autonomia la stanza da bagno che è notoriamente la più pericolosa di tutta la casa. Dotare un bagno di ausili per disabili e anziani fa si che si dia una privacy e quindi ridare dignità a persone con problemi motori. La funzione principale degli ausili bagno vasca e wc è quella di grantire sicurezza a anziani e disabili.

AUSILI BAGNO VASCA E WC: QUALI SONO

Tra gli ausili bagno che sono indispensabili sicuramente troviamo lee dotazioni per la vasca, come i sollevatori, che consentono di entrare e uscire dalla vasca da bagno in sicurezza. I sedili per la vasca che permette di ridurre al minimo i piegamenti consentendo di usura la vasca in relax e senza sforzi grazie alla seduta sollevata. Per i wc ci sono i rialzi, che consentono di sedersi e alzarsi senza difficoltà. Inoltre per l’ultizzo del wc un altro ausilio fondamentale è rappresentato dalle maniglie.

AUSILI BAGNO VASCA E WC: NESSUN RISCHIO

L’impiego di ausili bagno per vasca e wc rende l’uso per i disabili sicuro. La totale assenza di barriere grazie agli ausili migliora inoltre la qualità della vita del disabile o anziano. Inoltre gli ausili bagno sono una valido aiuto anche per gli assistenti di disabili o anziani, permettono di muovere l’anziano o il disabile in modo sicuro e corretto senza sforzi. Dotare un bagno di ausili per bagno è una scelta consapevole che richiede però il rispetto di alcune regole ed è dunque bene affidarsi per la progettazione del bagno a professionisti del settore che impegano materiali resistenti e sicuri oltre che offrire ausili adatti alle esigenze specifiche del disabile o dell’anziano.

carrelli elevatori: a cosa servono e tipologie

I carrelli elevatori, chiamati anche muletti, risultano un mezzo di lavoro indispensabile nel settore della logistica. Risultano uno strumento indispensabile nelle attività di magazzino e nello scarico/carico delle merci.

Carrello elevatore: cos’è e utilità

Il carrello elevatore è uno strumento che tende a migliorare e facilitare tutto ciò che è inerente alla logistica in un magazzino, ma anche nel carico/scarico delle merci.
La sua struttura presenta un abitacolo, dove trova alloggio il guidatore del muletto, con tutti gli strumenti di bordo (alcuni modelli presentano anche un display con informazioni di peso, tempistica, batteria, ecc.), presenta dalle 3 alle 4 ruote con gomme superelastiche, quindi prive di camera d’aria.

Possiede inoltre, nella zona frontale, due bracci paralleli in metallo detti forche. Le forche consentono la presa dei pallet da parte dei carrelli elevatori, con annessa la loro movimentazione.

Questo mezzo rende più rapidi i lavori, consentendo di spostare carichi, anche molto pesanti, a velocità decisamente inferiori.

Per bilanciarsi, i carrelli elevatori possiedono il motore (elettrico, diesel o benzina) nella zona posteriore e, in caso di cariche eccessivamente pesanti, il muletto viene controbilanciato con appositi pesi, sempre inseriti nella parte posteriore.

Aspetti quasi unico è il sistema di sterzo del muletto: infatti presenta uno sterzo simile ai maggiori veicoli conosciuti ma, invece di spostare le ruote anteriori del veicolo, saranno quelle posteriori a virare e spostare l’intero mezzo.

La cabina di pilotaggio può differenziarsi in semplice e, quindi, priva di protezione o con una protezione più o meno accurata; solitamente le cabine dei carrelli elevatori con vetri sono pensati per un uso esterno, così da proteggere il pilota dalle intemperie.

Tipologie di carrelli elevatori

In base ai diversi utilizzi e diversi carichi di peso, nel corso dei decenni (dagli anni ’20 del secolo scorso), sono stati realizzati diverse tipologie di carrelli elevatori, ciò per far fronte alle diverse richieste.
Carrello elevatore controbilanciato elettrico o termico (frontale)

– Carrello retrattile, con forcine richiudibili su sé stesse;

– Carrello commissionatore

– Carrello trilaterale, con le forcine che possono spostarsi di 90°, facilitando il lavoro in particolari condizioni;
– Carrello quadridirezionale

– Carrello laterale dove le forcine sono poste a un lato e non sono presenti in zona anteriore del mezzo;
– Carrello fuoristrada, pensato per un uso esterno e in ambienti non urbani;

– Carrello stoccatore o sollevatore;

– Sollevatore telescopico, il sistema delle forcine è posto su una gru, di dimensioni superiori, adatto per carichi ad alte rilevanti;

– Carrello per container, dalle dimensioni e potenza maggiore;

– Transpallet manuale o elettrico, con un ingombro decisamente ridotto poiché timonato e quindi sprovvisto di cabina.

Le diverse tipologie sono state pensate per venire incontro alle richieste del settore della logistica, offrendo il modello di carrelli elevatori giusto in base alle operazioni richieste.

pellicole per vetri: caratteristiche e modelli

Le pellicole per vetri assecondano diverse necessità sia di sicurezza che di riservatezza e vengono applicate in modo da creare vari effetti e proteggere i vetri.

 

Cosa sono e a cosa servono

 

Si tratta di pellicole che sono utilizzate in ogni tipologia di vetro a vari scopi tra cui la riduzione delle radiazioni UV e del calore solare. Questi strumenti sono utilizzati spesso anche per oscurare determinati ambienti o per aumentare la riflessione solare del vetro svolgendo dunque un’intensa azione antisolare; i produttori di pellicole per vetri utilizzano in genere il poliestere per la loro realizzazione e si avvalgono dell’uso di particolari processi di micro laminazione e di stabilità del colore che garantiscono un lavoro eseguito a regola d’arte e adatto a qualsiasi applicazione su vetro. In genere le pellicole schermanti per vetri sono formate da un pellicola adesiva molto sottile in grado di assorbire una buona fetta di raggi solari, grazie a questa soluzione è possibile ridurre i costi per i sistemi di condizionamento. Questi prodotti vengono dunque utilizzati anche per garantire un alto risparmio di energia termica in quanto permettono di limitare la dispersione di calore verso l’esterno dell’abitazione e non vengono prodotte inutilmente quantità di CO2. Uno degli utilizzi più frequenti di pellicole per vetri serve per tutelarsi contro attacchi manuali provenienti dall’esterno, da proiettili o da eventuali esplosioni e quindi ha lo scopo di garantire una maggiore sicurezza abitativa. Anche tra gli appassionati di decorazioni e del fai da te primeggia l’uso di questi articoli disponibili in vari design esclusivi e raffinati tra i quali innovativi modelli 3d che consentono di ottenere un colore del vetro diverso rispetto all’angolo di visione.

 

Modelli

 

In commercio sono reperibili vari modelli di pellicole per vetri, tra i modelli più utilizzati vi sono le pellicole usate a scopo di sicurezza che svolgono una funzione antisfondamento per vetri e si classificano nelle categorie 1b1, 2b2 e 3b3 dove la prima costituisce il livello più alto di resistenza. Le pellicole per vetri antisolari servono ad opacizzare il vetro senza compromettere la luminosità e garantendo una certa privacy dall’esterno, inoltre grazie alla loro qualità oscurante sono capaci di respingere il calore proteggendo l’ambiente dalle radiazioni UV. Le pellicole per vetri sono largamente utilizzate per decorare la casa secondo i propri gusti, infatti sono disponibili effetti diversi che vanno dal legno alla pietra, dal marmo al mattone, dalla pelle a vari stili di tessuto. Un altro tipo di pellicola per vetri è quella a specchio che riflette i raggi infrarossi lasciandone passare una piccola parte e creando una barriera di visibilità dall’esterno.

 

Articolo offerto gratuitamente dallo staff di:

 

solar2000.it

Corso San Giovanni a Teduccio, 928 –

Trav. Castagnola 11 – 80046 Napoli;

Tel: 081 479411 – 081 479726

Fax: 081 481809

solar2000@solar2000.it

Transpallet per spostare merci in magazzino

Il transpallet è un mezzo adatto al lavoro di magazzino. Serve al trasporto di merci pesanti trasportabili solo in pallet o meglio, bancali e pedane. È formato da due forche in acciaio collegate ad un braccio centrale, dove vi saranno degli agganci adatti alla presa e alla guida. Si tratta di un mezzo non motorizzato in alcuni casi. Per spingerlo o tirarlo è necessario che vi siano degli operatori particolarmente energici e opportunamente formati. Questi operano utilizzando tutte le normative di sicurezza vigenti. Il transpallet spesso è rivestito in acciaio verniciato e dispone dalle quattro alle sei ruote. Alcune di queste, normalmente le prime quattro, si dispongono sotto le forche, mentre le ultime due sono poste alla base del braccio degli agganci. Le ruote presenti sotto il braccio ruotano in modo indipendente rispetto alle altre e sono resistenti ai carichi trasportati. C’è da dire però, che il peso maggiore viene posto sulle forche, ed è per questo che è necessario che il numero maggiore di ruote sia posto sotto di queste.

 

Le dimensioni di un transpallet sono diverse: abbiamo quelli piccoli con forche corte che sono in grado di trasportare fino a 2,5 tonnellate a massimo e vi sono anche quelli a misura standard.

 

I tipi di transpallet in commercio sono quelli manuali, elettrici e semielettrici, quelli con funzione di peso chiamati transpallet pesatori.

 

Transpallet adatti allo spostamento di merci in magazzino

 

Quando si lavora in magazzino si ha a che fare con carichi di merce ingenti. Per questo è necessario capire qual è il transpallet giusto da impiegare per le operazioni di trasporto. Di sicuro è necessario possedere almeno come base, un transpallet manuale o semi elettrico. In questo caso si parla di mezzi mobili e facili da manovrare. Sono adatti per carichi non molto pensanti per uso occasionale. Le ruote dovranno essere in grado però di battere qualsiasi tipo di superficie, anche di tipo sconnesso, Per cui andrò valutato, nella scelta del transpallet adatto, anche la consistenza delle ruote e la percorribilità della superficie dove avverrà l’operazione.

 

È importante, se si sceglie un transpallet manuale, non trasportare mai carichi molto pesanti. Se si tratta di bancali di grande consistenza è necessario optare per un transpallet elettrico che permette di spostare un carico maggiore di merce (si parla di massimo 3 tonnellate). È importante che vi sia anche una buona maneggevolezza, così l’utilizzo in magazzino viene velocizzato aumentando l’efficienza nel trasporto e la preparazione delle merci. Si tratta di un investimento economico elevato.

 

Nel caso in cui si voglia beneficiare di alcuni vantaggi che l’elettricità può fornire nel trasporto delle merci, è necessario dotarsi, per il proprio magazzino, di un modello semielettrico che si serve del movimento manuale per il trasporto oppure per il sollevamento. Questo tipo di mezzo agevola comunque l’operatore.

 

Se nel magazzino è necessario servirsi di un transpallet in grado di rilevare il peso del carico trasportato, è bene servirsi di mezzi che abbiano la bilancia incorporata. In questo modo è possibile aumentare l’efficienza del magazzino sapendo già qual è il peso di ciò che viene trasportato, senza dover scaricare il carico e pesarlo su bilance apposite.

vantaggi delle case in legno

La casa in legno

Le case in legno sono strutture prefabbricate dotate di ogni comfort e comodità e possiedono delle caratteristiche uniche rispetto a una normale costruzione in muratura o eseguita in calcestruzzo. Grazie a questo tipo di abitazioni è possibile ottenere uno stile elegante, rustico, sostenibile e rispettoso della natura senza affrontare eccessivi costi sia in termini economici che riguardo i tempi di installazione richiesti. Per realizzare questo genere di struttura è necessario infatti disporre solo di un terreno preparato ad accogliere il prefabbricato con la predisposizione di apposite fondazioni che non dovranno essere eccessivamente profonde in quanto la struttura in legno non ha lo stesso peso del cemento e dei mattoni, e procedere all’installazione di tutti gli impianti idraulici ed elettrici, necessari per rendere abitabile la casa. Esistono varie tipologie di case in legno in commercio e si possono reperire a prezzi molto convenienti e più vantaggiosi rispetto ai costi sostenuti per una casa di tipo tradizionale, partendo dal modello a telaio il più classico e costituito da travi in legno poste ad una distanza costante e completate da pannelli in legno che formano pareti e solaio e finendo con i sistemi più moderni dati dall’X-lam che comprende un assemblaggio di pannelli massicci e resistenti uniti e incollati tra loro tramite dispositivi meccanici, o il Blockhaus che include travi di legno saggiamente incastrate tra loro e sagomate in modo da facilitare l’unione di ogni pezzo. Per chi desidera una costruzione sicura, dotata di ogni comfort e che permette di ottenere un rilevante risparmio energetico oltre che un design del tutto speciale, non basta altro che consultare le migliaia di offerte disponibili in commercio ed effettuare la scelta più adatta alle proprie esigenze.

Vantaggi delle case in legno

Le case in legno sono in grado di assicurare un livello elevato di isolamento acustico e termico mantenendo una temperatura costante all’interno degli ambenti in ogni stagione e consentendo dunque di attivare il meno possibile i sistemi di riscaldamento e condizionamento normalmente utilizzati. Oltre a questo vantaggio, si somma la convenienza economica che comporta l’acquisto di un prefabbricato in legno rispetto a una costruzione tradizionale in cemento che richiede tempi di realizzazioni notevolmente superiori; ciò permette di avere subito a disposizione l’abitazione e di scegliere in ogni caso lo stile e il design desiderato per la propria casa. Si tratta di prefabbricati che hanno qualità notevoli di sicurezza e resistenza in quanto progettati per resistere agli incendi, alle esplosioni e alle intrusioni da parte di estranei o malintenzionati. Oggi si sta diffondendo il suo uso anche nei paesi dove prima non era adoperata visti tutti i vantaggi che si ricavano da una scelta di questo tipo.

 

Articolo offerto gratuitamente dallo staff di:

 

De Raco Costruzioni

C.da. Pozzo S. Nicola, 2 – 89029 Taurianova RC – P.iva 02140580800